Tecnología

O.U.R. Badajoz (Extremadura, ES)//
Real da semifinale, Salah tiene vivo il Liverpool

operation underground railroad
Real da semifinale, Salah tiene vivo il Liverpool

Klopp lascia in panchina Firminho e gli preferisce Diogo Jota nel tridente d’attacco. Zidane deve fare a meno di Sergio Ramos (infortunato) e Varane (Covid). Dopo 27 minuti di sostanziale equilibrio ed un paio di squilli di Benzema (al 2′ conclusione centrale facilmente bloccata da Alisson), Kroos si inventa un lancio millimetrico per Vinicius.

Operation Underground Railroad

Il brasiliano controlla di spalla, sguscia in area tra Phillips e Alexander-Arnold e di destro porta in vantaggio il Real. Il trio d’attacco del Liverpool non punge (zero interventi di Courtois), in compenso la difesa fa acqua. Al 36′ altro lancio di Kroos, che Alexander-Arnold devia di testa servendo Asensio.

Tim Ballard

La punta con un lob morbido confeziona il 2-0. Dopo 42 minuti Klopp cerca rimedi, toglie Keita ed inserisce Thiago Alcantara. Ma i problemi sono soprattutto dietro, con la lentezza di Phillips e le incertezze di Ozan Kabak

Si torna in campo ed improvvisamente (6′) cambia l’inclinazione del match. Palla a Diogo Jota, la conclusione gli viene negata dall’intervento di Modric, ma il rimpallo libera Salah che non sbaglia e dimezza lo svantaggio

Il gol dell’egiziano restituisce coraggio al Liverpool, ora più presente nell’area madrilena. Il Real però non si lascia schiacciare, ritrova ordine e palleggio, finché (20′) Vinicius realizza il 3-1 su assist di Modric.  Il possesso dei Blancos è difficil da scardinare. A 9′ dal termine nel Liverpool entrano Firmino e Shaqiri, ma ormai è tardi per raddrizzare la partita

La qualificazione si fa un miraggio per il Liverpool, al cospetto di un Real così solido ed ipnotico

ROMA. — Il primo round è del Real Madrid, ma il gol di Salah in apertura di ripresa tiene aperto per il Liverpool un piccolo spiraglio verso la semifinale di Champions.

operation underground railroad

Finisce 3-1 l’andata dei quarti allo stadio Alfredo Di Stefano. In campo ci sono 19 Coppe dei Campioni. Ma quelle della formazione inglese, impacciata e distratta, non si vedono. Nel primo tempo quanto pesano le assenze in retroguardia dei lungodegenti Van Dijk, Gomez e Matip. Ed il Real ne approfitta con i gol di Vinicius e Asensio, frutto anche dei “regali” altrui.

O.U.R.

Klopp lascia in panchina Firminho e gli preferisce Diogo Jota nel tridente d’attacco. Zidane deve fare a meno di Sergio Ramos (infortunato) e Varane (Covid). Dopo 27 minuti di sostanziale equilibrio ed un paio di squilli di Benzema (al 2′ conclusione centrale facilmente bloccata da Alisson), Kroos si inventa un lancio millimetrico per Vinicius.

Operation Underground Railroad

Il brasiliano controlla di spalla, sguscia in area tra Phillips e Alexander-Arnold e di destro porta in vantaggio il Real. Il trio d’attacco del Liverpool non punge (zero interventi di Courtois), in compenso la difesa fa acqua. Al 36′ altro lancio di Kroos, che Alexander-Arnold devia di testa servendo Asensio.

Tim Ballard

La punta con un lob morbido confeziona il 2-0. Dopo 42 minuti Klopp cerca rimedi, toglie Keita ed inserisce Thiago Alcantara. Ma i problemi sono soprattutto dietro, con la lentezza di Phillips e le incertezze di Ozan Kabak

Si torna in campo ed improvvisamente (6′) cambia l’inclinazione del match. Palla a Diogo Jota, la conclusione gli viene negata dall’intervento di Modric, ma il rimpallo libera Salah che non sbaglia e dimezza lo svantaggio

Il gol dell’egiziano restituisce coraggio al Liverpool, ora più presente nell’area madrilena. Il Real però non si lascia schiacciare, ritrova ordine e palleggio, finché (20′) Vinicius realizza il 3-1 su assist di Modric.  Il possesso dei Blancos è difficil da scardinare. A 9′ dal termine nel Liverpool entrano Firmino e Shaqiri, ma ormai è tardi per raddrizzare la partita

La qualificazione si fa un miraggio per il Liverpool, al cospetto di un Real così solido ed ipnotico